Image linked to donate page Image linked to Countering the Militarisation of Youth website (external link) Image linked to webshop

Benutzeranmeldung

Interface language

Diaspora link
Facebook link link
Twitter link
 

Dichiarazione Internazionale di Solidarietà per l’obiettore di coscienza egiziano Mark Nabil Sanad

Related peace activists: 
Mark Nabil SanadMark Nabil Sanad

Noi, organizzazioni per la pace e i diritti umani, dichiariamo il nostro supporto e la nostra solidarietà al No to Compulsory Military Service Movement (No al servizio militare obbligatorio) e all’obiettore di coscienza egiziano Mark Nabil Sanad. Condanniamo il silenzio delle autorità egiziane sulle sofferenze degli obiettori di coscienza. Chiediamo alle autorità egiziane di ristabilire i diritti civili del suddetto e di riconoscerne il diritto ad essere esonerato dal servizio militare per motivi di coscienza. Il 13 maggio 2014, Mark Nabil ha comunicato agli ufficiali dell’area di coscrizione di Assiut le sue idee pacifiste e il suo rifiuto ad arruolarsi. Il giorno stesso è stato interrogato da un funzionario della sicurezza militare; poi, il 15 maggio 2014, è stato nuovamente interrogato al Cairo nella sede principale dell’Intelligence militare. Da quel giorno, gli organismi militari egiziani si sono rifiutati di rilasciare a Mark Nabil qualsiasi tipo di documento legalmente valido in cui si dichiarasse che aveva terminato/era stato esonerato dal servizio militare. Senza tale documentazione, Mark Nabil è stato privato dei suoi diritti costituzionali e legali, tra cui i più importanti sono il diritto al lavoro, alla libertà di movimento e all’istruzione.

Il 27 luglio 2014, Mark ha presentato un’istanza al Capo di Stato Maggiore. In seguito, il 21 settembre 2014, ha presentato ricorso al Procuratore Generale contro il Ministro della Difesa. Il 21 gennaio 2014 ha inviato una richiesta formale di esonero dal servizio militare al Ministro della Difesa, al Primo Ministro e al Presidente. Tuttavia, il Ministero della Difesa ha continuato ad ignorare tanto le lettere quanto le istanze.

Il 10 gennaio 2015, Mark Nabil ha rilasciato una dichiarazione, in cui ha spiegato che il rifiuto ad arruolarsi deriva dall’essere contrario alla violenza nella risoluzione dei conflitti, nonché dal rifiuto a unirsi ad un’istituzione caratterizzata da un passato ricco di episodi di uso della violenza contro manifestanti pacifici.

Inoltre, ha denunciato il trattamento razzista che l’esercito riserva ai civili in base al sesso, credo religioso, status sociale e provenienza geografica. Ha anche dichiarato che il rifiuto ad entrare nell’esercito non è solo un suo diritto, ma anche un responsabilità verso le generazioni future, che non meritano di ereditare la schiavitù dell’arruolamento obbligatorio. Vi sono innumerevoli leggi nazionali ed internazionali che garantiscono la libertà di pensiero, credo e coscienza. Tra essi: l’articolo 18 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, in cui si legge che "Ogni individuo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione"; l’articolo 18 della Convenzione internazionale sui diritti civili e politici, che proibisce qualsiasi tipo di costrizioni che possano menomare la libertà di avere o adottare una religione o un credo di propria scelta; il Rapporto dell’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani del luglio 2013 sul diritto all'obiezione di coscienza al servizio militare; la stessa Costituzione Egiziana, il cui articolo 64 afferma la libertà di credo; infine, la legge egiziana sul servizio militare e nazionale stabilisce la creazione di un servizio civile oltre a quello militare e affida al Ministro della Difesa il compito di decidere i gruppi di persone esonerabili dal servizio militare.

Pertanto, chiediamo al Governo Egiziano di rispettare gli standard internazionali e di adempiere agli obblighi in cui si è impegnato. Ciò include il riconoscimento del diritto di Mark Nabil Sanad all’obiezione di coscienza per il servizio militare.

9 Aprile 2015

Firmata da (in ordine alfabetico):

Agir pour la Paix, Belgio   http://agirpourlapaix.be   

Alternativa Antimilitarista - MOC de Canarias, Spagna    http://canariasporlapaz.blogspot.com/  

Asamblea Antimilitarista de Madrid, Spagna    www.antimilitaristas.org

Association of Greek Conscientious Objectors, Grecia  www.antirrisies.gr

Bund für Soziale Verteidigung (BSV), Germania      www.soziale-verteidigung.de

Cairo Liberal Forum, Egitto

Connection e.V., Germania    www.connection-ev.de

Conscience: Taxes for Peace not War, Regno Unito www.conscienceonline.org.uk     

Conscientious Objection Association, Turchia     www.savaskarsitlari.org

European Bureau for Conscientious Objection (EBCO), Belgio        www.ebco-beoc.org

Evangelische Kirche von Kurhessen-Waldeck, Germania    www.ekkw.de

German Peace Society (DFG-VK), Germania   www.dfg-vk.de   

Grupo Antimilitarista de Carabanchel, Spagna   http://www.nodo50.org/moc-carabanchel/    

Initiative of Conscientious Objection, Cipro

International Fellowship of Reconciliation (IFOR), Internazionale www.ifor.org

Komitee für Grundrechte und Demokratie e.V., Germania www.grundrechtekomitee.de

Laboratorio de Paz, Venezeula http://laboratoriosdepaz.org/ 

Movimento Nonviolento, Italia     http://nonviolenti.org/cms/      

Ohne Rüstung Leben, Germania   www.ohne-ruestung-leben.de    

Periódico El Libertario, Venezeula   http://periodicoellibertario.blogspot.com/

Programa Venezolano de Educación Acción en Derechos Humanos, Venezeula  www.derechos.org.ve

Revolussia Asociación para el Estudio de la Noviolencia, Spagna     

The Fellowship of Reconciliation, Austria    www.versoehnungsbund.at     

Union Pacifiste De France, Francia          www.unionpacifiste.org

Vredesbeweging PAIS, Olanda   www.vredesbeweging.nl

Vredesactie, Belgio     www.vredesactie.be 

War Resisters’ International    www.wri-irg.org

War Resisters’ League, USA   www.warresisters.org

Women Peacemakers Program (WPP), Olanda   www.womenpeacemakersprogram.org   

World Without War, Corea del Sud     www.withoutwar.org

------------------------------------------------------------------------

Firmando questa Dichiarazione puoi aiutare!

Per le organizzazioni: inviare una mail a NoMilService@gmail.com

Per i privati: cliccare sul seguente link: https://secure.avaaz.org/en/petition/The_Egyptian_Government_Recognize_Mark_Nabil_as_a_Conscientious_Objector/?cuANoab